Friday, 3 October 2014

Vittorie perdute





Poderoso segone nazional-testosteronico del conservatore Telegraph su quanto sono fichi e sofisticati i missili Brimstone sparati dai Tornado della RAF contro l'Isis con colonna sonora stile Die Hard e le solite (yawn) immagini di capre, Technical  ( slang militare per i pick up armati) e pecorai kalashnikovmuniti che vengono inceneriti dalla longa manus della democrazia.

Cameron e' orgogliosissimo: "Facciamo la nostra parte contro la barbarie dell'Isis per difendere la democrazia e i libberi mercati".

Chi segue questo blog sa che mi piace scrivere e sono appassionato di storia militare quindi vi posso tranquillamente dire che sulla campagna contro l'Isis sia il fesso libberista Cameron, sia lo scemo di sinistra alla Casa Bianca vi stanno prendendo per il culo.

Il sofisticato missile "fire and forget" Brimstone ( entrato in servizio nel 2005 e prodotto dal consorzio anglo-franco-italiano MBDA) e' stato concepito per essere utilizzato contro formazioni corazzate o altri bersagli "induriti" tipo posti di comando, bunker postazioni antiaeree etc etc.

Un Brimstone - come riporta il video - costa 100.000 sterline.

Ora, se un Brimstone vaporizza un tank T-90 della Brigata Martiri Vogliamo Tua Madre Per L'Islam, il cui costo oscilla dai 2 ai 4 milioni di dollari per esemplare (per comodita' facciamo 2 milioni) otteniamo un net profit di  1.900.000 dollari e abbiamo tolto al nemico un tank sofisticato e il personale qualificato che lo guida.

Lo stesso discorso vale quando  un Brimstone disintegra un centro di comando e controllo della difesa aerea, facciamo siriana: oltre ai gadget tecnologici che vanno in fumo, creiamo un varco nella difesa aerea nemica e spediamo ad Allah personale e tecnici specializzati che non si rimpiazzano facilmente.

Idem come sopra se il missile manda in fumo, uno Stato Maggiore, un comando di divisione, reggimento o battaglione.

O anche un dittatore e la sua giunta militare: il regime islamico che voleva gemellare Piacenza con Islamabad e le donne piacentine con gli sceicchi del Golfo ( secondo me le piacentine ci guadagnano) viene decapitato, il paese occupato, e grazie alla  democrazia e ai liberi mercati secondo i dettami neocon del " Nuovo Secolo Americano" e del lettore medio del Foglio , il paese sprofonda nel caos e al posto di dittatori si mette a sfornare terroristi.

Non fa una piega.

A volte conviene anche impiegare mezzi sofisticati per combattere minacce relativamente poco sofisticate, vedi Iron Dome e i razzi di Hamas.

Hamas e' stronza per tre motivi: perche' e' Hamas, perche' riempie le piazze occidentali di rinscemiti "progressisti" filopalestinesi e perche' sta offrendo gratuitamente a Israele un capitale di esperienza dal valore incalcolabile nel settore della difesa contro i missili balistici.

Cosa che non soprende perche' sono palestinesi, ovvero i grillini degli arabi

Gli arabi sono tutto meno che stupidi con l'eccezione del palestinese medio, che dopo 60 anni non ha ancora capito che agli altri arabi e soprattutto ad Hamas o Fatah, della causa palestinese  frega meno di un cazzo, figuratevi quindi se capisce che sparando razzi che vengono quasi sempre neutralizzati da Iron Dome  sta facendo un favore a Israele perche' quello che i militari e i tecnici israeliani stanno imparando a livello tattico dall'intercettazione dei razzi Qassam,  puo' essere applicato con ragionevoli probabilita' di successo a livello strategico e di teatro quando si tratta di intercettare un missile balistico a lungo o medio raggio armato con una testa nucleare o chimica.

E non riguarda solo gli israeliani: piu' razzi Qassam vengono sparati e intercettati da Iron Dome, piu' gli scienziati, i tecnici e i militari (non solo israeliani e occidentali) acquisiscono in termini di know-how pratico nell'intercettazione dei missili balistici. Quello che manda in fumo  un Qassam, alla fine e seppure con modalita' d'impiego diverse,  puo' mandare in fumo un ICBM o un IRBM.

E a quel punto la montagna di quattrini spesa dagli israeliani per colpire un Qassam ( un razzo di Iron Dome costa 55.000 sterline, un Qassam forse 1000) che oggi viene spesso criticata e non solo dai "progressisti" filopalestinesi, offrira' un ritorno e un profitto colossali quando un sistema analogo, ma a livello strategico vaporizzera' dei missili balistici con testata nucleare o chimica lanciati dall'Iran, salvando un paese intero dall'annientamento.

Si tratta quindi di investimenti molto costosi a breve termine, ma estremamente lucrosi nel lungo termine.

Un po' come quelli dell'industria farmaceutica dove il 90% delle montagne di quattrini spesi nella ricerca o nei clinical trial finisce nel cesso, ma quel 10% che si concretizza nel Viagra offre profitti che valgono dieci, venti, trenta volte l'investimento iniziale.

Purtroppo questo non e' il caso dei Brimstone della RAF sparati contro le Technical o le "postazioni di armi pesanti" dell'Isis citati dal Telegraph, perche' l'Isis non ha tank T-90 e quelle poche armi sofisticate che ha fregato all'esercito iracheno in rotta, stanno probabilmente in bunker ben protetti o in magazzini opportunamente piazzati nella prossimita' di ospedali, quartieri residenziali o asili con la scritta a caratteri cubitali ben visibile dall'alto e dalla RAF: QUESTO EDIFICIO E' PIENO DI BAMBINI DI GAZA.

Una Technical come quella incenerita nel video, costa all'Isis 5-6000 sterline a stare larghi,

Una "postazione di armi pesanti"  che molto probabilmente comprende qualche mortaio o l'onnipresente mitragliatrice pesante russa  "Dushka" ( DShK 12.7 x 108 mm) si aggira piu' o meno sulla stessa cifra.

Inoltre  in Medio Oriente la vita umana non vale essenzialmente un cazzo e nel migliore dei casi meno di quella di una capra che e' anche halal.

Se spendo 100.000 sterline per annientare una Dushka e lo stronzo dell'Isis che la maneggia non ho ottenuto molto perche' di culi a buon mercato come quello che ridotto a una polpetta di sangue e merda, il Medio Oriente ha un surplus quasi inesauribile che si acquista all'ingrosso e a prezzi stracciati.

Chiunque - perfino un grillino - dopo una adeguato e nemmeno troppo costoso addestramento puo' imparare a maneggiare una mitragliatrice pesante o a guidare una Technical.

Quindi, quelli della RAF e dei contribuenti inglesi sono veramente quattrini  buttati nel cesso a scopi meramente politici che non offrono profitti ne' da un punto di vista economico perche' non ho distrutto armi e personale qualificato , ne' da quello militare perche' per battere l'Isis non bastano tre o quattro pidocchiosi Tornado.

 E mi scuso coi piloti della RAF: loro non c'entrano. Fanno il loro lavoro e lo fanno bene perche' sono ottimi soldati che vengono da un ottimo esercito che quello stronzo liberista di Cameron sta letteralmente distruggendo con le sue idee di "privatizzazione" e i  tagli per ridurre "lo stato cattivo" tipici delle merde liberiste a cui, a parte fare quattrini,  della societa' e della nazione frega quanto ai regimi mediorientali frega della vita umana.

Per battere l'Isis ci vuole altro e soprattutto non basta l'aviazione e l'idea idiota che le guerre si possono vincere esclusivamente con " l'Airpower".

Ma di questo si occupera' il prossimo post che e' gia' pronto e di cui questo e' la premessa indispensabile per non renderlo troppo lungo.




3 comments:

Aleks said...

Il tuo discorso fila Yoss. Il fatto e' che il Brimstone e' attualmente l'ordigno guidato piu' piccolo che hanno in dotazione. Sotto quello ci sono solo gli HellFire (e i nuovi razzi da 70mm a guida laser, ma non credo che questi ultimi siano in uso ai brits). Cmq sia parliamo in fin dei conti di un'arma aria-superficie. Il discorso anti-tank conta fino ad un certo punto. Tieni presente che il Brimstone fu progettato nella seconda meta' degli anni '90, quando la minaccia corazzata si era notevolmente ridimensionata. I costi sono quelli che sono, hai ragione, ma prima - quando c'erano solo bombe (guidate e dumb) e grossi missili tipo Maverick - era anche peggio. Qualche pazzo parlava di usare i cannoni del Tornado: io personalmente non rischierei aereo e piloti. One shot-One Kill e vaffanculo :-) Insomma alternative non ce ne vedo (a parte il mai abbastanza venerato A-10). E il low cost in guerra e' sempre stata utopia quando si parla di jet da combattimento (btw: fatti due conti sui costi relativi alle ore di volo, alla manutenzione etc di un Tornado).

PS: hai letto l'ultimo pezzo di War Nerd? Sugli inviati a baghdad e le 19 direttrici d'invasione, ROTFL.

PS2: bella la nuova veste grafica :-)

Anonymous said...

"Ma di questo si occupera' il prossimo post che e' gia' pronto e di cui questo e' la premessa indispensabile per non renderlo troppo lungo."

e allora ESCILO! ;-)

Marco Ferazzani said...

leggerti รจ un piacere.... raro.
Mi hai fatto appassionare alla storia.
Sono contento che abbia ricominciato a scrivere con una certa frequenza.
Grazie.